Segui Elbareport su:

Banner
Banner
Articoli relativi alla politica e alle istituzioni

Ci sono voluti i disastri del Giglio e dei bidoni della Gorgona per tornare a discutere del ruolo e anche del tipo di parco di cui c’è bisogno all’Arcipelago. E’ merito di Rossi che ha posto la questione alla vigilia peraltro delle nomine dell’Ente in termini finalmente chiari. Rossi infatti ha detto al Giglio che bisogna estendere al più presto l’area marina del parco. E qui è opportuno soffermarci un momento perché l’assurdità della situazione è questa; che il parco dell’Arcipelago che interessa più isole è soprattutto un parco terrestre. Per un francese ma anche uno spagnolo e molti altri europei che possa esistere un parco di mare che a mare non conta un tubo è del tutto inconcepibile. Per noi no.

Si è svolta  sabato 21 aprile, all'Enfola, alla sede del PNAT, la conferenza “L'ambiente per alimentare l'economia della felicità: viverlo, comunicarlo e salvaguardarlo.” L'incontro organizzato dal Parco dell'Arcipelago Toscano in correlazione al Festival del camminare, ha permesso di aprire una nuova visione sul raggiungimento della felicità sia in chiave economica che comunicativa.

Sabato 21 aprile si è volto il convegno “L’ambiente per alimentare l’economia della felicità: viverlo, comunicarlo e salvaguardarlo”. Evento organizzato dal Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano nell’ambito del Festival del Camminare.

La sala era gremita, anche da giovani delle scuole, e l’attenzione è stata alta fino all’ultimo. I due relatori Francesco Pira, sociologo, giornalista, docente universitario e consigliere nazionale dell’Associazione italiana della Comunicazione Pubblica e Luciano Canova, economista della Scuola di Formazione post universitaria Enrico Mattei di Milano, hanno riscosso simpatia e interesse. Dopo l’introduzione del Direttore Zanichelli e gli interventi di Pira e Canova, il pubblico ha fatto molte domande. Il Parco ha raccolto il messaggio: non era solo la curiosità per il nuovo probabile Presidente del Parco, Giampiero Sammuri, ma un reale interesse per il tema: economia della felicita e valore ambientale. Ma cosa ha suscitato questo forte interesse?

180 giovani studenti elbani hanno visitato in questi giorni Montecristo grazie alla collaborazione tra le scuole e il Parco Nazionale. Le uscite si sono svolte con successo grazie agli operatori e alle buone condizioni meteorologiche di questi giorni.

Nella giornata di giovedì 10 maggio gli studenti dell’Istituto Foresi, accompagnati dai relativi docenti, dalla Preside e dalle Guide Ambientali Escursionistiche hanno visitato la Riserva Naturale integrale dell’isola di Montecristo, nell’ambito dell’ormai tradizionale appuntamento didattiche, frutto degli accordi firmati nel 2008 tra l’Ente Parco, il Comune di Portoferraio e il Corpo Forestale dello Stato.

Dal giorno 16 aprile il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano è commissariato con un decreto (GAB-DEC-2012 del 12 aprile 2012) del Ministero dell’Ambiente che nomina per tre mesi il Dr. Massimo Avancini, funzionario della Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente e attuale Presidente del comitato tecnico scientifico all’emergenza Concordia, organo di supporto per le decisioni della Protezione Civile sull’isola del Giglio.

Il Commissario ha affrontato per prima cosa le priorità sulla fruizione delle isole di Pianosa e Giannutri.

Si  è svolto stamani un incontro tra Parco e Comune  di Campo nell'Elba durante il quale  sono state esaminate varie  problematiche di fruizione dell'Isola di Pianosa.In un clima di assoluta collaborazione  tra i due enti proseguono le attività volte al miglioramento delle condizioni di sicurezza e fruibilità dell'Isola per affrontare al meglio la stagione turistica già iniziata.Il primo risultato immediato e concreto la riduzione del ticket di accesso sull'isola. 

E' un primo strepitoso successo naturalistico conseguente alla (ingiustamente) contestata campagna di eradicazione dei ratti 

Il 2012 di Federparchi- Europarc Italia: bilancio tra luci e ombre. Le innovazioni per i Parchi nazionali, lo stop delle aree protette regionali e una promessa per il futuro: il disegno di legge 1820 D'Ali.

Si è chiuso un anno ricco di avvenimenti per Federparchi – Europarc Italia e il sistema delle nostre aree protette. Tra maggio e giugno, gli associati si sono riuniti nel Parco regionale della Maremma per il VII Congresso della federazione. Un incontro in cui, tra dibattiti e tavole rotonde, si è deciso che la Federparchi dovesse tornare alle origini, ad associazione di categoria.

Il calendario degli eventi programmati dal Parco dell’Arcipelago Toscano per il 2013. La fruizione naturalistica come opportunità di sviluppo per il territorio

Negli ultimi anni, i Parchi hanno generato un’importante crescita del senso civico nelle nostre comunità e fornito occasioni di sviluppo e di lavoro qualitativamente nuovo. Sul versante economico, le aree protette sono riuscite a catalizzare crescenti flussi di turisti italiani e stranieri, come testimoniano i dati in incremento che vedono il turismo naturalistico in positiva e netta controtendenza rispetto alla flessione progressiva del turismo più tradizionale.

 La comunità del parco, presieduta da Ruggero Barbetti, nella seduta del 18 luglio ha richiesto al presidente del Parco Giampiero Sammuri di prorogare il termine di presentazione delle osservazioni al progetto Ecoturistico precedentemente fissato al 24 luglio 2012, in considerazione del fatto che le amministrazioni comunali, a causa del sovraccarico di lavoro per la stagione estiva, non hanno potuto presentare le osservazioni in tempo utile. Il presidente ha accolto tale richiesta e il nuovo termine è stato fissato alla data del 28 settembre 2012, entro le ore 12.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Ricerca nel sito

Ricerca per data in Politica-Istituzioni

« Dicembre 2012 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Segui Elbareport sui Socials

Elbareport su FacebookElbareport su Twitter
Elbareport su YoutubeElbareport su Flickr

I nostri feeds RSS

I feeds Rss di Elbareport

L'archivio storico

archivio storico