Stampa questa pagina

A Sciambere delle cornate dei mufloni innamorati in mezzo di strada

Scritto da  Domenica, 08 Agosto 2021 12:58

Pur chiusi i giochi olimpici dobbiamo darvi conto di un match: l'incontro - o meglio scontro - tra due testosteronici maschi adulti di muflone che, per assicurarsi i favori delle femminucce del branco, si sono presi a violente cornate in serata del 6 Agosto.
Tutto nella norma, se non fosse per la singolare scelta del luogo della disfida amorosa; infatti i due pecoroni hanno deciso di prendersi a testate nel bel mezzo della Strada Provinciale 25 "Anello Occidentale" nei pressi del ridente paese di Poggio.
E la disfida, durata per un bel pezzo, ha bloccato diversi bipedi che sono rimasti fermi, prudenzialmente chiusi nei loro veicoli, poiché i due continuavano a darsele di santa ragione, e non era il caso di fare da arbitri o da pacieri.
Alla fine, stabilita la primazia, e liberata la strada, agli umani è stato consentito di proseguire, ma restano da fare alcune considerazioni su questi "graziosi" ovini, la cui persistenza all'Elba è difesa a corna basse (pardon a spada tratta) dall'animalismo romantico di chi non ha certo avuto colture e giardini devastati, e se ne impippa della sistematica distruzione di specie vegetali autoctone causata da queste ornamentali ma nocive pessime bestie.
Siamo al salto di qualità: dopo il muflone in piscina al Seccheto, dopo il muflone nella Hall dell'albergo e poi nuotante in porto marinese, dopo le mufloniche spiaggiate di gruppo con seminagione di confortevoli zecche sui litorali occidentali, siamo arrivati alla presa di possesso delle strade.
Dobbiamo attenderci qualche torneo di capate in Piazza di Chiesa? o qualche spedizione di un commando peloso cinghialmuflonico che ad una certa ora ci mandi a letto tutti, per non disturbare il loro grufolare tra le strade cittadine o il loro scornarsi?
Non sarebbe l'ora di farla finita con gli ungulati nocivi all'Elba, ma davvero?

 

Video di Angela Molano

 

 

se non riesci a visualizzare il video clicca QUI 

Vota questo articolo
(0 Voti)

1 commento