Stampa questa pagina

A Sciambere del Topo e della Medusa

Scritto da  Sergio Rossi Sabato, 11 Settembre 2021 14:55

branco-di-meduse 620

Alla pattuglia dei riesumatori delle stantie polemiche sui presunti "avvelenatori di Montecristo" non potevano mancare di aggiungersi i fondamentalisti della LAV, ma il documento da loro prodotto è un concentrato di affermazioni balzane di dimensioni tali che lo proporremo (forse) con i dovuti ed articolati commenti nei prossimi giorni.
Oggi ci limitiamo a considerarne il fervorino finale, secondo il quale i Parchi dovrebbero "elaborare nuove tecniche incruente e non letali per il recupero degli equilibri faunistici".
Quindi le migliaia e migliaia di ratti che infestavano l'isola (e che per fortuna, con grande beneficio di altre specie che predavano, sono scomparsi) andavano - bontà loro - sì fatti sparire da Montecristo, però in modo da non fare loro male né ucciderli.
Ammettiamo per un attimo che una cosa del genere si fosse potuta fare, escludendo di incidere sulla natalità con la somministrazione di anticoncezionali alle signore tope (absit iniuria verbo), dunque i topi si sarebbero dovuti catturare uno per uno con metodi alternativi, come retino da farfalle, il sale sulla coda, o un dialogo portato avanti da un'equipe di psicologi topini che convincesse i ratti ad arrendersi senza spargimenti di sangue. Ma poi dove portare i ratti vivi e prigionieri? A camionate in qualche sede della LAV?
E ancora, le derattizzazioni con anticoagulanti si fanno ovunque, non ci risultano campagne per la salvaguardia del topo ferajese o di quello capitolino, condotte da chicchessia, licet all'Elba e a Roma avvelenare i ratti, e a Montecristo no?
Ci è scappato così di rivolgerci ad un amico, Stefano "Stix" Regini, che è un disinfestatore professionista, con la battuta: "Deh Stix questi ti vogliono leva' il topo ... ops, il pane di bocca, ti levano il lavoro!"
"In compenso c'è - ha ribattuto - chi ce ne vole da' di novi di lavori!"
Abbiamo così appreso che una gentile ospite dell'Elba aveva chiesto i suoi servigi disinfestatori, per scacciare le meduse dal mare dove si bagnava.
"Ma come faremmo - ha chiesto Stix - secondo lei a scacciarle?"
"Boh magari con una polverina..."


Speriamo non arrivi alle orecchie di qualcuno della LAV.

Vota questo articolo
(0 Voti)

1 commento